martedì 8 aprile 2014

3 regole per scegliere il colore per le pareti di casa

Spesso quando si parla di arredo casa ci si concentra solo sullo stile e i colori di mobili, divani, tendaggi e tappeti. In realtà, il segreto per un arredamento casa ben riuscito ta tutto nel colore delle pareti. La scelta del colore giusto, infatti, può da solo cambiare radicalmente l’aspetto di una stanza rendendola sofisticata, alternativa, chic, accogliente o professionale in base alla destinazione d’uso che se ne intende fare.  L’uso sapiente dei colori può aiutare a correggere e modificare l’aspetto e la forma del locale. Come fare per scegliere il colore più adatto alle pareti di una stanza?

Ecco qualche pratico consiglio per orientarsi al meglio nel mondo dei colori.

Regola 1. Analizzare la stanza. La scelta dei colori delle pareti deve essere fatta in base alla forma, alle dimensioni e al tipo di stanza che si andrà a dipingere.  I colori chiari tendono ad allargare gli spazi e sono da preferire nelle stanze piccole, mentre quelli scuri tendono a far apparire gli spazi più contenuti e quindi potrebbero essere una buona idea se si vuole rendere più accogliente un ambiente troppo grande .
Se la stanza è poco illuminata, è consigliato l’utilizzo di colori caldi e chiari come i gialli, i rossi e i marroni. Per le stanze molto illuminate, invece, si può optare per i colori pastello.

Regola 2. Giocare con le combinazioni. Una buona soluzione per dare personalità a una stanza è quella di dipingere le pareti e il soffitto con colori differenti facendo attenzione a non esagerare come sempre quando si parla di arredo casa. In questi casi bisogna tenere presente poche semplici regole: il soffitto più scuro delle
pareti farà sembrare la stanza più bassa, mentre all'inverso, le pareti scure e il soffitto chiaro faranno apparire il locale più alto; se si dipinge la parete della porta con un colore più scuro rispetto alle altre la stanza sembrerà più lunga.

Regola 3. Rispettare la destinazione d’uso. La scelta del colore delle pareti dipende, infine, anche
dal tipo di stanza e dall'arredamento casa. Nella cucina e nel bagno il colore più utilizzato è il bianco che può
essere combinato con un altro colore caldo o freddo a seconda delle caratteristiche del locale. Per gli studi si deve optare per colori freddi come i grigi, i blu e i verdi. In camera da letto si consiglia il verde o il blu per
il loro effetto calmante, mentre, i colori caldi sono più adatti ai soggiorni.

Tu a quali altri accorgimenti o che altre valutazioni fai per trovare il giusto colore per le stanze della tua casa?

mercoledì 12 febbraio 2014

Arredare con uno stile etnico

Dopo un tour nelle città Imperiali restano non soli ricordi di una terra magnifica come il Marocco, ma odori, luci, scenari indimenticabili. I souvenir sono un piccolo anello di congiungimento con quei luoghi visitati in vacanza, ma se si ama lo stile etnico si può sempre riproporre nella propria casa questo genere di arredo, mai fuori moda, affidandosi a bravi venditori di mobili.

L’arredamento medio-orientale una volta era considerato lo stile appartenente a ceti medio-alti e si rivolgeva a ad un pubblico di intenditori di viaggi. Da un po’ di anni non è più così. Col tempo sono stati in tanti ad appassionarsi all’etnico perché dona agli ambienti domestici un tocco esotico e riscalda la casa con toni caldi e neutri. 

Ma quale è il vero segreto del successo dell’arredamento etnico? Senza dubbio ha un carattere primordiale e, come tutto ciò che ci riporta alle origini, ci fa stare bene collocandoci in un’aura di benessere psico-fisico. Inoltre in questi anni si è diffuso un nuovo concetto di habitat, il cosidetto “fusion”, che ama accostare elementi di arredo, oggetti e stili differenti, provenienti da diverse nazionalità e culture, proprio come avviene nella cucina fusion. Questa contaminazione di etnie trasmette all’ambiente domestico libertà, apertura  e accoglienza . Anche l’ospite percepisce queste sensazioni equiparabili al relax che genera un viaggio a queste latitudini.

Fin qui i vantaggi. Quali sono invece i limiti e gli svantaggi dell’arredamento etnico? Innanzitutto fate attenzione ai bazar etnici e agli articoli orientali che acquistate. I negozianti di mobili etnici si dividono in 2 categorie: i veri appassionati che oculatamente scelgono e importano i mobili dai Paesi esteri e gli improvvisati che hanno poca cura di ciò che vendono , facendo passare i loro prodotti per originali. Se vivete al Nord, c’è una buona scelta di negozi etnici a Milano.

Un altro limite nell’avere una casa completamente arredata in stile etnico è che potrebbe col tempo stancare, per tale motivo consiglio di non arredare tutti gli ambienti con questo stile, ma solo alcune stanze, ad esempio quelle dedite al relax come la camera da letto e il salotto.

I letti delle stanze da letto emulano la tradizione orientale e in particolare lo stile giapponese dei “futon”. Sono bassi quasi a livello del pavimento. Anche i comodini seguono queste misure e gli armadi etnici hanno ante scorrevoli rivestire da carta di riso. Uno stile semplice e rilassante che potrete ripetere anche nel salotto dove sbizzarrirvi con mobili in legno, librerie intarsiate e divani rivestiti di stoffe orientali.

Fondamentale sarà la presenza di pouf e grandi cuscini adagiati sul pavimento o su un tappeto persiano.

I vostri amici, vedrete, si sentiranno subito a loro agio e anche voi vivrete rilassanti momenti  sorseggiando

lunedì 16 dicembre 2013

Non un solito bagno, ma una sala da bagno!

sanitari da bagno assumono un ruolo di primo piano tra gli elementi funzionali di questa importante stanza della casa. Wc, bidet, lavandino, vasca da bagno (o box doccia): una stanza da bagno non può dirsi tale senza la loro presenza.

La prima preoccupazione che ci si dovrebbe porre in fase di scelta dei sanitari per bagno e della relativa disposizione riguarda lo spazio effettivamente disponibile e la dislocazione dei collegamenti con gli impianti. Entrambi gli aspetti condizioneranno inevitabilmente qualsiasi decisione relativa all'installazione dei sanitari.

A questo proposito, occorre ricordare che il wc deve essere opportunamente collegato alla rete fognaria (tramite scarico a pavimento, scarico a parete o con dispositivo di triturazione incorporato allacciato allo scarico fognario), mentre bidet, vasca/doccia e lavandino devono essere collegati all'impianto idrico (con due attacchi, quello per il carico e quello per lo scarico dellacqua).

Oltre al punto di vista funzionale, non bisogna dimenticare il fattore prettamente estetico dei sanitari per bagno, che rimangono in ogni caso veri e propri complementi di arredo.

Con particolare riferimento a box doccia, vasche da bagno e lavandini (wc e bidet offrono minori margini di personalizzazione), le soluzioni disponibili in commercio sono molto numerose e consentono così a tutti di scegliere quella che meglio si adatta all'ambiente ed al proprio gusto personale.

I box doccia si distinguono sul fronte del tipo di piatto doccia (da appoggio, a filo pavimento, sopraelevato), dei materiali (acciaio, ceramica, vetroresina) e della forma (quadrata o rettangolare, circolare o semicircolare, pentagonale), della tipologia delle "barriere" che delimitano la doccia (pannelli di plexiglass o vetro temperato con ante scorrevoli o a battente, cabine monoblocco o tende plastificate), delle caratteristiche del diffusore doccia.

Anche le vasche da bagno possono essere realizzate con una molteplicità di materiali differenti: tra le soluzioni più comuni troviamo acciaio stampato smaltato, vetroresina, ceramica, plastica rinforzata, metacrilato e ghisa. La forma della vasca da bagno classica è quella rettangolare, anche se in commercio è possibile trovare vasche ad angolo, vasche circolari e freestanding, vasche a forma irregolare. gli amanti del comfort possono orientarsi su vasche da bagno comprensive di funzione idromassaggio. Alcune vasche da bagno formulate per persone con mobilità ridotta dispongono di un'apertura frontale o laterale (con porta a tenuta stagna) o di seggiolini mobili e sollevatori, per agevolare le operazioni di entrata e uscita dalla vasca.

Pure il lavandino può essere oggetto di elevata personalizzazione. Dal punto di vista della forma, ai lavandini tradizionali si affiancano i modelli a forma asimmetrica e a bacinella. I lavabo per arredamento moderno sono tipicamente realizzati in ceramica bianca, colore da sempre associato all'idea di pulizia, anche se si stanno diffondendo soluzioni in cristallo o vetro particolarmente eleganti e moderne. Ampia la varietà sul fronte del tipo di installazione, che ci permette di distinguere tra modelli da appoggio, da incasso, a semi-incasso ed a semi-colonna.

Il box doccia, in particolare, è una soluzione che sta sempre più prendendo piede nei bagni moderni italiani, grazie alla sua eleganza, praticità e ridotto ingombro, che la rendono particolarmente indicata per ambienti dallo spazio contenuto.

I box doccia di ultima generazione, oltre a caratterizzarsi per la peculiare eleganza delle forme, che ben si adatta nelle stanze da bagno più lussuose e prestigiose, vantano una serie di funzioni avanzate per garantire il massimo comfort e relax ai suoi utilizzatori: idromassaggio, sauna, musicoterapia, cromoterapia.

Particolarmente apprezzati i box doccia in cristallo per il loro look moderno ed elegante. Laddove la propria scelta ricada su questo tipo di soluzione è bene assicurarsi che il box doccia sia realizzato con vetro o cristallo temperato, materiali sottoposti a particolari trattamenti termici che aumentano la resistenza ad urti, flessioni e shock termico, riducendo rischi e pericoli in caso di rottura accidentale.

L'aspetto dei sanitari dei bagni moderni può assumere forme particolari, decisamente lontane dal design tradizionale dei bagni classici: di modeste dimensioni, possono caratterizzarsi per un design dalle forme arrotondate o, viceversa, rigorosamente geometriche.

Immancabili la doccia o la vasca da bagno, che in questo frangente assumono una connotazione decisamente futuristica, grazie alle numerose funzionalità offerte ed alla peculiare praticità ed ergonomia delle soluzioni proposte (come nel caso delle moderne vasche da bagno, equipaggiate di poggiatesta e schienale formulati per accogliere il corpo e favorirne la distensione).

lunedì 2 settembre 2013

Un tocco green per la nostra casa

Perché non dare un tocco green all'arredamento della nostra casa?

Il settore dell’arredo è sempre in continua e costante ricerca di nuovi materiali, nuove linee di design, nuove funzionalità e perché no anche un limitato impatto ambientale. Si sta sviluppando infatti un mercato, anche se purtroppo ancora di nicchia, di mobili e oggetti d’arredo “sostenibili”, in eco design e realizzati con materiali di riciclo.

Oggi vogliamo parlare di “Sassi di Gomma”, una delle realtà nazionali che lavorano nel campo del design green. I loro particolari prodotti sono realizzati con materiali innovativi, con materiali di riciclo, dando nuova vita a materiali di scarto che non verrebbero altrimenti riutilizzati.

I Sassi di gomma sono innanzitutto prodotti artigianali, dalle molteplici funzionalità, originali, ma allo stesso semplici, così da adattarsi perfettamente all’arredo della nostra casa, donando un tono green e – non meno importante- in estetica sintonia con lo stile dell’ambiente.

Ecco allora le Ecolampade dalle soluzioni innovative e funzionali, realizzate con una struttura in materiale riciclato e riciclabile e con luce LED a basso consumo energetico, per un minor impatto ambientale. Le lampade sono inoltre caratterizzate da diverse opzioni in base all’uso, grazie alla doppia colorazione dei Led: bianca per un’illuminazione adatta alla lettura e blu per la mera visione notturna sicura.

Nello store si possono trovare anche orologi, le “macchine del tempo”, dalla grafica originale, a cui si può adattare un’immagine (fotografia, grafica, disegno…) scelto dal cliente. O ancora i “colori in tavola”, come vassoi o appoggi multiuso, tutti facilmente lavabili e maneggevoli, funzionali al loro scopo, e disponibili nei più diversi colori .

A queste tre linee si aggiunge “per la casa” con un ricco catalogo di veri e propri complementi d’arredo – vasi, tavolini, oggettistica varia – in grado di movimentare e vivacizzare con un tocco di personale distinzione gli ambienti e dare un aspetto green e sostenibile alla nostra casa.

giovedì 18 luglio 2013

Tappeti di design: il Forest Roll di Tanya Aguiniga


La tendenza dei designer sembra essere oggi quella di trasformare il tappeto in tutt'altro, trasformandolo spesso in un elemento naturale, come se si volesse integrare questo arredo domestico all'ambiente in cui viviamo…
Guardate per esempio il tappeto creato dalla designer Tanya Aguiniga e, guarda caso, chiamato Forest Roll.


Un tappeto che, da chiuso, assume l’aspetto di un tronco d’albero, mentre srotolato ricrea un prato sintetico sul quale potersi sdraiare, immaginando di essere immersi tra fili d’erba e foglie.

Un’idea innovativa, divertente e, soprattutto, pratica: il tappeto, infatti, può essere lasciato a terra, dando vita al nostro giardino casalingo, oppure può essere richiuso divenendo, anche in questo caso, un curioso complemento di arredamento di design.

martedì 16 luglio 2013

Complementi d’arredo utili per ogni evenienza

L’arredamento dell’ufficio e della casa si raccoglie attorno a due esigenze fondamentali: quelle della praticità di utilizzo e della comodità non meno che del gusto estetico e dell’impressione dettata da un impatto immediato con il design, giudicato in relazione al contesto più ampio dell’ambiente in cui l’oggetto viene a collocarsi. La produzione degli articoli per il complemento d’arredo, come tavoli e sedie, è realizzata assecondando specifici standard normativi, vincolanti per ottenere prodotti finiti sicuri sotto il profilo dell’affidabilità e della sostenibilità: la filosofia aziendale verte decisamente su prodotti essenziali e asciutti, in cui l’applicazione dei nuovi sviluppi della tecnologia e della chimica vengono ad accordarsi con l’esigenza di uno stile semplice e fluido, in linea con le tendenze artistiche più attuali.

Leggerezza e durabilità sono caratteristiche sempre più apprezzate e verso cui la ricerca aziendale orienta i propri sforzi al fine di ottenere un’ampia gamma di soluzioni polivalenti e facilmente adattabili ai casi più diversi: innovazione continua e originalità rinnovata sono i sinonimi di ogni realtà professionale che ambisca a ritagliarsi una fetta consistente di protagonismo in questo settore

venerdì 12 luglio 2013

Armadi per contenere con stile


Lo spazio nell’armadio non basta mai, ma oggi possiamo avere un armadio molto capiente oltre che elegante e pratico. Oggi le proposte di arredo sono veramente tante e le nuove linee per gli armadi sono semplici ma speciali nello stesso tempo. Elementi a sospensione per la zona giorno combinati ad esempio nei colori panna e caffè forniscono il giusto spazio per contenere su una parete che rimane ugualmente “leggera” alla vista ma fornisce così praticità e funzionalità d’uso.

Mentre nella zona notte l’ordine fra maglioni e camicie è assicurato dagli elementi e ripiani dai colori magari accesi, quali l’arancio che si abbinano con il cupo colore del legno per dargli la giusta vitalità senza troppo osare.

Molte sono le varianti e le combinazioni possibili, dai moderni scorrevoli ai battenti/soffietto fino ai sempre presenti grandi armadi di vecchio stile, rivisti e rimodellati per le stanze di oggi. Nuovi esempi e complementi per chi vuole invece un arredo più leggero ma senza rinunciare alla capienza e all’ordine. Ogni esigenza e richiesta trova comunque la sua risposta e soluzione.